Farfalla o baco?

Sembrano farfalle. Invece sono dei comunissimi apriscatole. Per l’esattezza ogni farfalla che vedete in foto ne è composta da due (sono in coppia per esigenze di scena, ma si acquistano singolarmente). Coloratissimo, economico ed ergonomico. Insomma estremamente pratico da usare, Butterfly, progettato da Marianne Britt Jørgensen e Rikke Hagen per Normann Copenaghen, è destinato a spodestare il classico apriscatole con presa a pinze e rotella. Vero è che quasi tutto lo scatolame prodotto oggi prevede la cosiddetta apertura “easy-open” (ossia con linguetta a strappo), ragion per cui l’apriscatole diviene di per se un oggetto destinato a scomparire; ma se vi si rompe la linguetta? Come la mettete? Meglio evitare improbabili e pericolosi tentativi con coltelli, giraviti, martelli o bombe a mano.

Realizzato in acciaio inossidabile e materiale plastico, dal design molto curato e dal prezzo contenuto (6,75 euro) è nel complesso un buon progetto. Se non per il fatto che alla fine del suo ciclo di vita, la farfalla diventa un “baco“. Un “bug” nel senso informatico del termine. Si, perchè come tutti gli oggetti assemblati con materiali differenti, renderà impossibile sia il riciclo degli stessi che il loro corretto smaltimento.

Annunci

La storia delle cose

Un video interessante sui principali “bachi” nel nostro sistema mondo. Eccolo.

Q.B.: quanto basta

Un cuore. A forma di piatto. O un piatto, a forma di cuore. Vedetela come volete, non è importante l’ordine. Il risultato è lo stesso. Metteteci il cuore, quest’anno. Mentre fate la spesa. Mentre cucinate. Mentre mangiate. Mentre sognate un mondo migliore.

Fate tutto con Amore. Basta questo. Buon 2012. Continue reading →

Vetrofilia

Glass is Life è la campagna sociale voluta dall’azienda, leader nella produzione mondiale di vetro, Owens-Illinois. Similmente a Friends of Glass, il portale realizzato da FEVE, The European Container Glass Federation – organizzazione che rappresenta a livello internazionale i produttori di contenitori in vetro – Glass is Life promuove ed incentiva l’uso del vetro, quale materiale più idoneo alla realizzazione di contenitori alimentari.

Queste, in sintesi, le ragioni per le quali dovremmo scegliere il vetro. Continue reading →

Il latte è verde

Un progetto tutto green dal Regno Unito. Si chiama Green Bottle, una bottiglia per il latte che non nuoce all’ambiente. Continue reading →

Bio-bottiglia? Eccola, finalmente

Solo qualche giorno fa ho notato le affissioni dell’Acqua Sant’Anna per il lancio della loro bottiglia biodegradabile. Addirittura prima al mondo nel formato da 1,5 litri e unica (in tutti i formati) in Italia.

Sant’Anna Bio Bottle nasce dai vegetali e non dal petrolio: riducendo cosi i gas serra e abbattendo l’emissione di CO2  nell’ambiente. E’ biodegradabile in soli 80 giorni e può essere conferita nella raccolta differenziata dell’organico. I tappi sono in PE e devono essere conferiti nella raccolta differenziata della plastica. E’ disponibile nei formati da 0,5 litri, 1 litro e 1,5 litri.

Sant’Anna Bio Bottle è prodotta con Ingeo™, la rivoluzionaria materia naturale che si ricava dalla fermentazione degli zuccheri delle piante anziché dal petrolio. La bioplastica con cui è prodotta la nuova bottiglia Sant’Anna è conforme alla norma EN13432, che ne certifica la compostabilità, ovvero la biodegradazione in un tempo massimo definito. Continue reading →

Friggere sostenibile si può…e si deve

Donpasta ( o meglio sua nonna) direbbe “…se hai un problema, aggiungi olio…“. Ma tutto quest’olio poi, viene da chiedermi, dove finirà? Tutti gli oli ed i grassi esausti, dopo essersi prestati per una profumata frittura di gamberi o per una tenera cotoletta di vitella,  andrebbero correttamente smaltiti. Sbagliato – e dannosissimo per l’ambiente – lasciarli scivolar via nel lavandino o nel water. Continue reading →