Cucina di guerra

Un’idea curiosa. A Pittsburgh. Conflict Kitchen, una “rosticceria” che serve piatti dei paesi che sono in conflitto con gli Stati Uniti (o che, più in generale, hanno qualche contenzioso con gli stessi). I menù, si avvicendano ogni 4/6 mesi e con essi anche la “vetrina” del ristorante, una sempre originale e coloratissima “quinta” graficamente caratterizzata con lo stile del paese ospitato. Ad ogni “turn-over” gastronomico, sono abbinati eventi, performances, dibattiti relativi alla cultura, alla politica e alle questioni strettamente legate al conflitto.

Al momento il ristorante ospita La Cocina Arepas, cucina venezuelana. Arepas e corncakes alla griglia, vengono confezionati in un involucro dal design personalizzato che include interviste su argomenti che vanno dal cibo e la cultura venezuelana a questioni di geopolitica. Le ricette sono state sviluppate in collaborazione con la comunità venezuelana locale.

Ancora una volta il cibo diventa strumento di comunicazione, di scambio e condivisione di contenuti sociali e culturali. Questa volta, addirittura, politici. Attraverso le interazioni con gli alimenti, con il packaging, Conflict Kitchen crea, infatti, una piattaforma di discussione, in continua evoluzione, sui conflitti internazionali, sulla politica e sulle tradizioni di quei paesi visti, purtroppo troppo di frequente, come “enemies”. Nemici. Niente di più sbagliato. E quale miglior modo se non avvicinare gli americani di Pittsburgh alla “diversità culturale” – intesa come ricchezza e valore aggiunto – utilizzando la cucina come mezzo? Prossimamente, la Corea del Nord e Cuba.

Una intelligente e particolare modalità di essere sostenibili con il cibo. Perchè sostenibile, non è solo un mondo attento all’ecologia – che sicuramente rappresenta una priorità – ma un mondo che evolve, che innova e che si rinnova aprendosi al nuovo ed abbracciando la conoscenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...