Cogli la prima mela…

Un oggetto che, a mio avviso, deve molto più all’uso che se ne fa che alle sue peculiarità estetiche. Provo a spiegarmi meglio. Pick-fruit di Kare Frandsen, un porta-frutta a sospensione, non è bello. Vero è che la bellezza, può e deve restare un valore relativo, ma ritengo in maniera del tutto “oggettiva” che il prodotto non eccelle nel disegno, nella scelta dei colori e nei dettagli costruttivi.

Appare, insomma, un oggetto quasi artigianale (non che i lavori artigianali non possano essere esteticamente validi e belli) e della quale caratteristica conserva una “incompiutezza” che non lo rende finito e che, conseguentemente, non lo connota di una precisa identità formale. Trovo, invece, interessante il concetto che è alla base di Pick-fruit, ossia l’idea di un porta-frutta sospeso che obbliga ad un gesto, il “naturale” gesto di cogliere il frutto da un ramo. Ed apprezzo, altrettanto, il tentativo di trovare “spazi nuovi” per gli oggetti che, a causa di ambienti dalle dimensioni minime, rischiano di sparire definitivamente dalle nostre case.

Costa 65 euro (neanche poco!)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...