Quanto basta?

A quanto pare, all’estero, gli spaghetti sono il tipo di pasta che piace di piu’ o che piu’ rischia di finire sprecato. Altrimenti non mi spiego l’interesse, diffuso, nell’ideare accessori che assolvano alle funzioni di pesare, dosare, misurare i sottili fili di pasta. Qualche giorno fa, vi avevo segnalato un prodotto simile (di JosephJoseph) ed ora eccone un altro, di Normann Copenaghen. Si chiama, molto semplicemente, Spaghetti Dozer, è realizzato in plastica e consente agevolmente di dosare il giusto quantitativo (anche se a tavola, il giusto quantivativo è un concetto assai relativo che potremmo meglio tradurre in un piu’ congruo “q.b.”).

A proposito dell’oggetto (che costa 6,75 euro), leggiamo sul sito di Normann Copenaghen: “…il prodotto per chi odia vedere andare sprecato del buon cibo…” Un invito all’uso del dozer che denota sensibilità, rispetto ed in genere un atteggiamento virtuoso nei confronti del cibo. Meno risorse finiscono sprecate, piu’ ne restano disponibili. In sostanza, fatta salva la volontà di non destinare alla pattumiera quello di cui una buona parte della popolazione mondiale ne soffre la mancanza, resta il fatto che una corretta (quindi equilibrata) alimentazione, non sovraccarica né l’organismo né la catena alimentare, in tutto il suo ciclo dalla produzione del bene allo smaltimento del rifiuto.

A quando un dozer per mezze maniche o rigatoni?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...